Filadelfia, le novità del progetto preliminare

Il cortile diventa Piazzale della Memoria, ci sono le "barriere visive". Il 23 dicembre la scadenza del bando per l'appalto integrato.

di Ivana Crocifisso - Emesso il bando per l'appalto integrato per la progettazione e la realizzazione dello Stadio Filadelfia e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, è stato tempo ieri, nella conferenza stampa organizzata dalla Fondazione Filadelfia, di illustrare le novità del progetto. Tante le novità rispetto allo studio di fattibilità dal quale si è partiti per arrivare al preliminare messo a bando.

da www.toro.it  07/10/2014

Il nuovo Filadelfia sarà composto da due campi regolamentari, entrambi in erba naturale. Quello principale sorgerà laddove sorgeva il vecchio FIla. Una tribuna coperta da 2000 posti, che per inclinazione e copertura ricalcherà quella originale. Altre tre tribune scoperte sui restanti tre lati porteranno ad una capienza totale di 4200 spettatori. Su richiesta del Torino, il campo principale, lo stesso che con tutta probabilità vedrà giocare in campionato la squadra Primavera, verrà "schermato", per evitare che occhi indiscreti possano spiare le sedute dei granata. Due elementi lo permetteranno: una serie di alberi, cipressi nella fattispecie, di 10 metri ciascuno circonderanno il campo (i due lati corti oltre al perimetro di Via Giordano Bruno). Assieme ad essi una serie di pilastri di 20 metri tra i quali verranno fissati dei teli anti-veduta. Il vecchio cortile dello Stadio Filadelfia, quello in cui i tifosi discutevano tra loro ma anche nel quale incontravano i giocatori del Toro, diventerà il Piazzale della Memoria. Un luogo aggregativo,sempre aperto, anche quando la squadra si allenerà lontana da occhi indiscreti. Varcando il cancello, il tifoso troverà sulla sinistra il campo secondario, separato dal viale da una serie di pennoni che celebreranno il Grande Torino. Ognuno di questi sarà dedicato ad un calciatore caduto a Superga (nella foto a destra). Dal piazzale partirà e rientrerà dalle trasferte il pullman della squadra: sono previsti "percorsi" che permetteranno ai tifosi di incontrare i calciatori.


Entro il 23 dicembre potranno essere inviate le candidature. Successivamente una commissione appositamente nominata procederà alla valutazione e alla scelta del vincitore, il soggetto che sarà incaricato di realizzare lo stadio.
L'inizio dei lavori è prevista per la prossima Primavera: pirma di allora l'area subirà una bonifica bellica. Non c'è alcun vincolo archeologico nell'area in questione, fermo restando che gli scavi interesseranno un'area minoritaria, quella che permetterà il sorgere di un box sotterraneo destinato a giocatori e staff.