VIGNALE – D’AMICO (FI). DISABILE STUPRATA :CENTRO SINISTRA CHINI CAPPELLO E SI ASSUMA PROPRIE RESPONSABILITÀ.

“ Di fronte alla gravissima violenza subita da una giovane donna all’ex Moi il centro sinistra al governo di Comune e Regione dovrebbe assumersi le proprie responsabilità, di fronte alla famiglia e a tutti i cittadini che ogni giorno sono in pericolo a causa di una demagogia assurda e populista”, lo dichiarano  Gian Luca Vignale e Angelo D’Amico ,rispettivamente consigliere regionale e comunale di Forza Italia, in merito allo stupro subito da una ragazza disabile da parte dei tre africani.
“Non si può continuare a far finta di nulla – proseguono – : le palazzine dell’ex Moi sono, con un’amministrazione consenziente, da anni occupate abusivamente e addirittura uno dei violentatori era stato espulso l’anno scorso. Cos’altro bisogna attendere per riportare legalità e sicurezza nelle nostre strade? Quante altre violenze o disgrazie ci vorranno prima che il presidente Chiamparino e il sindaco Fassino si rendano conto che l’accoglienza a tutti i costi e in più senza controlli né verifiche su cosa fa chi arriva nei nostri comuni, serve solo a creare attriti ed episodi di insicurezza oggi intollerabili?”.