Servizio di accesso a internet wi-fi gratuito nelle strutture dell’ASL TO4

Il progetto è completamente realizzato.

Con una delibera dello scorso 18 dicembre la Direzione Generale dell’ASL TO4 aveva approvato il protocollo di intesa per la realizzazione della sperimentazione di un servizio di accesso a internet wi-fi gratuito nelle strutture dell’Azienda. Progetto pilota, il primo della Regione Piemonte, su cui l’Azienda aveva cominciato a lavorare dallo scorso luglio e che ora è completamente realizzato.

“Ormai – commenta il Direttore Generale dell’ASL TO4 dottor Flavio Boraso – la connessione a internet rappresenta una necessità che fa parte integrante della vita quotidiana. Abbiamo, quindi, ritenuto importante, nell’ambito del processo di umanizzazione delle nostre strutture, impegnarci anche per garantire ai cittadini, agli utenti e ai visitatori dei punti di accesso wi-fi gratuito e aperto”. “Avevamo previsto – aggiunge il dottor Boraso – di completare la realizzazione del progetto entro questo primo trimestre e i tempi sono stati rispettati”.

“Il potenziamento dei servizi pubblici e la diffusione delle nuove tecnologie – spiega l’assessore regionale alla Sanità, Ugo Cavallera – all’interno delle strutture ospedaliere rappresenta un costante obiettivo di eccellenza per il sistema sanitario regionale. L’iniziativa, realizzata nell’ASL TO4 grazie a una proficua collaborazione tra amministrazioni pubbliche e operatori locali, è solo la prima fase di un più ampio intervento che punta a diffondere l’accesso wi-fi gratuito capillarmente in tutti gli uffici e strutture sanitarie”.

La realizzazione del progetto di sperimentazione, che era stato definito con il supporto della Direzione Innovazione, Ricerca, Università e Sviluppo Energetico Sostenibile della Regione Piemonte, non ha comportato spese per l’Azienda – salvo i costi per la fornitura di energia elettrica alle apparecchiature, apparecchiature peraltro a basso consumo – ed è stato realizzato negli Ospedali di Ciriè, Lanzo, Chivasso, Ivrea, Cuorgnè e Settimo Torinese e nel Presidio sanitario di Castellamonte.

Per lo sviluppo e l’applicazione del progetto la Regione Piemonte ha coinvolto il Consorzio TOP-IX (Torino Piemonte Internet eXchange), già soggetto attuatore del Programma Regionale WI-PIE. TOP-IX è un Consorzio senza fini di lucro a cui partecipa la Regione Piemonte, che comprende tra i suoi obiettivi quelli di agevolare lo scambio del traffico internet tra i soggetti aderenti, di promuovere e sviluppare progetti di innovazione e di divulgare e diffondere l’adozione di tecnologie innovative.

Il protocollo d’intesa siglato tra l’Azienda e il Consorzio TOP-IX ha previsto il coinvolgimento degli operatori internet wireless (WISP, Wireless Internet Service Providers) del territorio presenti all’interno del Consorzio (BBBell, Elsynet, Resò, RLNet, SAT), la fornitura delle connessioni wi-fi presso le strutture dell’ASL, la realizzazione, da parte di ciascun WISP, di almeno un hotspot, cioè di un luogo in cui è presente una connessione a internet aperta al pubblico, e la definizione di punti di contatto da chiamare in caso di disservizi.

Gli hotspot attivati nelle diverse sedi coprono le aree di seguito indicate: all’Ospedale di Ciriè la sala d’attesa del Laboratorio Analisi (piano seminterrato), il piano terra (presso l’atrio principale, le sale d’attesa degli ambulatori, della Radiologia, della Dialisi e del Pronto Soccorso), il primo piano nella zona dell’accettazione ospedaliera e il secondo piano nell’area d’attesa della Medicina e Cardiologia; all’Ospedale di Lanzo il piano terra (presso l’atrio principale, le sale d’attesa degli ambulatori, del Punto di Primo Intervento e della Radiologia), il primo piano presso la Medicina, il secondo piano (presso la Day Surgery, il Day Hospital multispecialistico e la Lungodegenza) e il terzo piano presso l’Hospice; all’Ospedale di Chivasso le sale d’attesa della Radiologia e del Pronto Soccorso, ma si renderanno disponibili altri hotspot al termine dei lavori del terzo lotto; all’Ospedale di Ivrea il piano terra presso le sale d’attesa del Pronto Soccorso e la zona degli ambulatori; all’Ospedale di Cuorgnè le salette antistanti la Week-day surgery (secondo piano) e l’Ostetricia e Ginecologia (terzo piano); il piano terra del presidio sanitario di Castellamonte presso la sala d’attesa del CUP e l’area degli ambulatori; completa copertura dell’Ospedale di Settimo Torinese.


L’accesso a internet nell’hotspot avviene con credenziali (username e password) che sono fornite al primo accesso e che in futuro potranno essere utilizzate per successivi accessi anche nelle altre strutture coinvolte dal progetto. Al momento le stesse credenziali possono essere utilizzate per gli Ospedali di Ciriè e di Cuorgnè e per il Presidio di Castellamonte, perché sono sedi gestite dallo stesso operatore WISP.