DELIBERA DI REVISIONE DELLA RETE OSPEDALIERA NEPPURE COMPRESIBILE AL TAR.

"Nei provvedimenti impugnati ... si fa ricorso ad una scrittura criptica, tecnicistica, avulsa da riferimenti a istituti giuridici, infarcita di acronimi: una scrittura assai lontana da un periodare comprensibile a prima lettura, come pure dovrebbe essere per atti pubblici destinati alla fruizione collettiva..."


ALLUVIONE (FI): AL VIA UN RIORDINO COMPLESSIVO DELL'UNIVERSO DI NORME OGGI ESISTENTE.

LA NOSTRA LEGGE DI RIORDINO NE FARA' PARTE.

"I contenuti della nostra proposta di legge regionale 'Interventi urgenti conseguenti a eccezionali eventi meteorologici' sarà parte integrante di un riordino più complessivo delle norme oggi esistenti sul funzionamento delle contribuzioni e dei fondi a sostegno degli eventi atmosferici che stanno preparando gli Uffici regionali". Ad annunciarlo i consiglieri regionali di Forza Italia, Gian Luca Vignale e Massimo Berutti, primo proponente dell'innovativa norma.

SANITA’:PRIMI EFFETTI DELLA DELIBERA DI REVISIONE DELLA RETE OSPEDALIERA, CHIUDE L’OFTALMICO.

“Se già era assurda la chiusura dell’ospedale Oftalmico, sapere che il suo  destino non solo è segnato ma addirittura è imminente, e non fra due anni, come ha sempre dichiarato l’assessore Saitta, è  inaccettabile. ”, lo dichiara il consigliere regionale Gian Luca Vignale in merito alle notizie stampa pubblicate oggi sulla chiusura e la conseguente riorganizzazione dei servizi dell’ospedale torinese.

PSICHIATRIA: TUTTI CONTRO LA DELIBERA DELLA GIUNTA REGIONALE.

A RISCHIO IL DIRITTO ALLA CURA PER CENTINAIA DI PAZIENTI E IL POSTO DI LAVORO PER 400 OPERATORI.
 
La grande presenza oggi in aula di associazioni e operatori che hanno dichiarato pubblicamente la loro contrarietà alla delibera votata dalla Giunta regionale é la più concreta dimostrazione che nessuno, tranne il centro sinistra, appoggia la delibera sui servizi psichiatrici recentemente approvata dalla giunta Chiamparino.

IMMIGRATI: CHIAMPARINO ACCOGLIE E CERUTTI FA SPALLUCCE.

REGIONE IMMOBILE DI FRONTE AI PROSSIMI ARRIVI
“È davvero sconcertante che di fronte ad un presidente che promuove l’accoglienza a tutti i costi, l’assessore competente invece riesca solo a dire che la competenza non è regionale ma ministeriale” lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Gian Luca Vignale, al termine della riunione di Commissione che vedeva all’ordine del giorno “Approfondimento in merito all'emergenza profughi e al coordinamento dell'accoglienza nella Regione Piemonte”.
” Più che un approfondimento – spiega Vignale – quello di oggi è stato un vero e proprio silenzio da parte dell’assessore Cerutti, che ha candidamente ammesso che a decidere è solo il ministero, tramite le prefetture. Delle due l’una: o la Cerutti vuole lavarsene le mani, oppure questa amministrazione non è in grado di gestire un’emergenza reale, che porterà già nei prossimi giorni altri 750 nuovi immigrati solo in Provincia di Torino”.

VIGNALE: QUESTA SERA AL PRESIDIO DI FORZA ITALIA CONTRO GLI IMMIGRATI A VILLA CRISTINA.

Questa sera il consigliere regionale di Forza Italia, Gian Luca Vignale, parteciperà al presidio organizzato da Forza Italia e dal Comitato Torino Sicura contro la realizzazione di un centro di accoglienza profughi a Villa Cristina.  

“La struttura di Villa Cristina di Savonera  - spiega Vignale – non può ospitare i nuovi immigrati, come vuole Chiamparino. È arrivato il momento di pensare prima ai bisogni dei piemontesi e poi a quelli degli immigrati. Se la struttura è in grado di garantire ospitalità bisognerebbe darla ai tanti cittadini che attendono case popolari e che non riescono più a pagare l’affitto o le bollette”.

L’appuntamento per la manifestazione sarà alle ore 18 nel ‘curvone’ di corso Ferrara angolo via delle Primule a Torino. Con Vignale ci saranno anche il consigliere comunale di Forza Italia, Angelo D’Amico e il presidente del Comitato Torino Sicura Circ. 5 Michele Checa.

VIGNALE – D’AMICO (FI). DISABILE STUPRATA :CENTRO SINISTRA CHINI CAPPELLO E SI ASSUMA PROPRIE RESPONSABILITÀ.

“ Di fronte alla gravissima violenza subita da una giovane donna all’ex Moi il centro sinistra al governo di Comune e Regione dovrebbe assumersi le proprie responsabilità, di fronte alla famiglia e a tutti i cittadini che ogni giorno sono in pericolo a causa di una demagogia assurda e populista”, lo dichiarano  Gian Luca Vignale e Angelo D’Amico ,rispettivamente consigliere regionale e comunale di Forza Italia, in merito allo stupro subito da una ragazza disabile da parte dei tre africani.
“Non si può continuare a far finta di nulla – proseguono – : le palazzine dell’ex Moi sono, con un’amministrazione consenziente, da anni occupate abusivamente e addirittura uno dei violentatori era stato espulso l’anno scorso. Cos’altro bisogna attendere per riportare legalità e sicurezza nelle nostre strade? Quante altre violenze o disgrazie ci vorranno prima che il presidente Chiamparino e il sindaco Fassino si rendano conto che l’accoglienza a tutti i costi e in più senza controlli né verifiche su cosa fa chi arriva nei nostri comuni, serve solo a creare attriti ed episodi di insicurezza oggi intollerabili?”.

PSICHIATRIA: ACCOLTA NOSTRA RICHIESTA DI UN CONSIGLIO APERTO SULLA PSICHIATRIA.

Oggi la conferenza capigruppo ha accolto la nostra richiesta di convocare un Consiglio regionale aperto sulla psichiatria piemontese, calendarizzato già per il prossimo martedì.
Dopo il voto da parte della giunta regionale di una delibera di riordino dell’assistenza ai pazienti psichiatrici illegittima e nociva per l’intero sistema, abbiamo chiesto al Consiglio di voler affrontare il tema.
L’augurio è che martedì il Consiglio rappresenti una buona occasione per affrontare in modo serio il problema e che questa maggioranza, almeno sulla salute mentale sia disposta ad andare oltre ad ideologie e dettami di partito per il bene dei piemontesi più fragili e oggi più indifesi”.

IMMIGRAZIONE: NO A NUOVI ARRIVI E ALLA NUOVA STRUTTURA DI VILLA CRISTINA A COLLEGNO PER IMMIGRATI.

“Oggi il Presidente Chiamparino, ha espressamente ammesso che sarà la struttura di Villa Cristina di Savonera ad ospitare i nuovi immigrati inviati dal Goveno Renzi nelle regioni italiane. Decisione assunta, senza alcuna concertazione con i Comuni interessati, i cittadini che subiranno le inevitabili conseguenze e con un costo di decine di milioni di euro ",  lo dichiara il consigliere azzurro di Forza Italia, Gian Luca Vignale, alla fine del dibattito in Consiglio Regionale sul tema profughi.

"Invece di tutelare i piemontesi  - prosegue - come fanno i presidenti Toti in Liguria, Zaia in Veneto e  Maroni in Lombardia,  il centrosinistra piemontese, in un misto fra solidarietà a scapito degli italiani e interessi dei gestori di migranti aggiungerà un nuovo problema alle nostre città”.

LA NUOVA DELIBERA SUI SERVIZI PSICHIATRICI GRAVERA' SU FAMIGLIE E ENTI LOCALI.

NESSUNA GARANZIA SULLA SCELTA DEL LUOGO DI CURA: ATTO ILLEGITTIMO SENZA IL PARERE DELLA IV COMMISSIONE.
La delibera di riordino dell’assistenza ai pazienti psichiatrici approvata questa mattina dalla giunta regionale è illegittima e soprattutto anziché migliorare un sistema oramai in corto circuito lo peggiora.
È illegittima perché il sistema dell’assistenza psichiatrica è basato su una delibera quadro del Consiglio Regionale che prevede ogni singolo atto di attuazione della delibera stessa deve prima ottenere il parere obbligatorio da parte della Commissione competete.
Compito della giunta regionale sarebbe stato invece introdurre alcune migliorie, di sua competenza come ad esempio il coinvolgimento diretto delle associazioni famigliari e pazienti e degli erogatori di servizio. D’altronde proprio con queste finalità, la precedente giunta di centro destra aveva predisposto due atti, poi non votati per l’improvviso rinvio alle urne.
Oltre alla totale assenza di un coinvolgimento diretto da parte di familiari o comuni, la delibera approvata oggi non garantisce un principio che dovrebbe essere invece basilare come la scelta del luogo di cura, non sostiene servizi di domiciliarietà, non indica percorsi di reinserimento sociale tramite borse lavoro, ed infine, non mette al centro della riorganizzazione dei servizi le necessità di cura dei pazienti e la tracciabilità dei servizi erogati tramite un sistema informativo dedicato.

SENTENZA DI MILANO FA FINALMENTE CHIAREZZA SUL SISTEMA DI TRASPORTO REGIONALE.

ORA NESSUN RINVIO IN PIEMONTE PER VOTARE LA LEGALITÀ
La disposizione da parte del giudice Claudio Marangoni dl blocco di 'Uber-pop', uno dei servizi messi a disposizione dalla multinazionale americana Uber che permette a chiunque di fare il tassista senza licenza, e che ha di fatto bloccato il servizio Uber, fa finalmente chiarezza sul sistema dei trasporti di persone nazionali e regionali.
È stato infatti accolto il ricorso presentato dalle associazioni di categoria dei taxisti accertando la"concorrenza sleale" del servizio del gruppo Uber e inibendo la prestazione del servizio su tutto il territorio nazionale.

RIDISCUTIAMO UNA VOLTE PER TUTTE LA POLITICA ECONOMICA E MONETARIA EUROPEA.

Le vittorie di tutti i movimenti politici euroscettici o contrari all'euro, tanto che essi siano di sinistra, destra o non collocabili in un'area definita, in moltissimi paesi europei devono essere la forza per ridiscutere in modo serio la politica economica europea. DI RIGORE SI MUORE E STIAMO MORENDO. Le economie dei paesi emergenti, degli Stati Uniti, del Giappone dimostrano che in momenti di estrema difficoltà come questi è indispensabile immettere nuova liquidità per garantire investimenti che sappiano creare migliaia di posti di lavoro e far ripartire l'economia.

IMMIGRAZIONE: CERUTTI RELAZIONI IN AULA SUI 4000 IMMIGRATI ARRIVATI E SCOMPARSI DAL PIEMONTE.

IL CASO BARDO DEVE FARCI APRIRE GLI OCCHI
Quanti terroristi devono ancora arrivare in Italia prima che Governo e regioni aprano gli occhi e si decidano una volta per tutte a serrare i controlli e bloccare le accoglienze?”. 
Più pericolosa e dannosa dell’incapacità del centro sinistra di stare al Governo del Paese e della Regione è l’ipocrisia dell’accoglienza a tutti i costi che arriva addirittura a negare i rischi di infiltrazioni terroristiche sui barconi. 
In Piemonte su oltre 7000 immigrati giunti dal 2014 ad oggi, di ben oltre 4300 non si hanno più notizie. Questo significa che potrebbero essere scappati in altri Stati europei, essere diventati manodopera della malavita organizzata o esser rimasti senza documenti nella nostra regione. È evidente che si sia di fronte ad un sistema fuori controllo, che registra numeri (e spese) esorbitanti senza alcuna tutela verso i cittadini piemontesi.

CONTRASTO ALL'ABUSIVISMO NEL SERVIZIO TAXI: ENNESIMA OCCASIONE PERSA DAL CENTROSINISTRA PER GARANTIRE LA LEGALITÀ.

“Oggi il centro sinistra ha dimostrato ancora una volta di non avere le idee chiare su cosa  vuole fare per portare la legalità sul sistema di trasporti piemontese” lo dichiara Gian Luca Vignale dopo il rinvio, voluto dalla maggioranza, in Commissione del voto della proposta di legge “Misure urgenti per il contrasto dell’abusivismo. Modifiche alla legge regionale 23 febbraio 1995, n. 24 (Legge generale sui servizi di trasporto pubblico non di linea su strada)”, di cui è primo firmatario.

“ Rinviare sine die – continua Vignale – la discussione e l’approvazione di una proposta di legge che porrebbe semplicemente delle regole chiare e trasparenti sul trasporto di persone, significa solo che il centro sinistra non sa che pesci prendere su come riuscire a mantenere un piede in due scarpe. Oggi è stato infatti chiaro che gli stessi che, di fronte a scioperi e manifestanti, si impegnano a prendere una soluzione in tempi rapidi, poi a porte chiuse rimandano la questione, evitando di assumersi qualsiasi responsabilità”.

DANNI GRANDINE 15 MAGGIO. PRESENTATA MOZIONE IN CONSIGLIO REGIONALE

TITOLO: INTERVENTI URGENTI PER FAR FRONTE AGLI EVENTI METEREOLOGICI AVVENUTI NELL’AREA DEL PINEROLESE E DEGLI ATTIGUI COMUNI DELLA PROVINCIA DI CUNEO, NELLE VALLI DI LANZO E NEL CANAVESE IL 15 MAGGIO .

Il Consiglio regionale   

Premesso che

Venerdì 15 Maggio un gran numero di aree del Piemonte sono state colpite da una violentissima grandinata;

il Pinerolese occidentale e gli attigui comuni della provincia di Cuneo, le Valli di Lanzo e il Canavese sono stati investiti da tale fenomeno meteorologico con eccezionale gravità che ha danneggiato le colture agricole, strutture agricole (impianti antigrandine etc.), ma anche abitazioni, imprese, edifici pubblici provocando danni economici non sostenibili da imprese, privati cittadini e istituzioni pubbliche;

Considerato 
La situazione di eccezionale gravità che rappresentanze di categoria, istituzioni comunali locali hanno già esposto alla Regione Piemonte;

IN POCO PIÙ DI UN ANNO "SCOMPARSI" QUASI 4500 RICHIEDENTI ASILO SUI 7100 ARRIVATI NELLA NOSTRA REGIONE. DI CHI LA RESPONSABILITÀ?

“I numeri dell’immigrazione piemontese hanno raggiunto livelli insostenibili”, lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia,Gian Luca Vignale, al termine dell’informativa dell'Assessore all'immigrazione, in commissione, in merito alla situazione dei flussi migratori che interessano il Piemonte e alle problematiche connesse all'accoglienza dei migranti.

Vignale sottolinea come: “in Piemonte dal 2014 ad oggi sono stati registrati oltre 7100 arrivi e sarà un caso ma di questi ben il 70%, ovvero più di 5000, è arrivato dall’insediamento della giunta Chiamparino. Ma la cosa che più preoccupa è che dei 7100 richiedenti asilo oggi solo 2807 sono ancora presenti in qualche centro, gli altri 4303 scappati chissà dove. Solo nella provincia di Torino dei 2563 richiedenti asilo solo 1128 sono oggi presenti, mentre gli altri 1300 sono scomparsi."

IL PARTITO DEMOCRATICO CHIUDE L'EMODINAMICA DI MONCALIERI.

Nel Consiglio regionale di ieri è stato discusso l'Ordine del Giorno presentato da Forza Italia per far sì che la Giunta regionale modificasse la delibera di revisione della rete ospedaliera che prevede la chiusura dell'emodinamica nell'ospedale di Moncalieri.
Il Partito Democratico e tutti i gruppi consiliari di centrosinistra hanno respinto la mozione salva-emodinamica per approvare un documento che impegna la giunta a verificare se è possibile trovare un'intesa con il Ministero per evitarne la chiusura.
Le carte sono scoperte, hanno votato il minimo indispensabile per tentare di superare le elezioni comunali bocciando il documento che avrebbe garantito la permanenza sicura dell'emodinamica.

BILANCIO: INTERVENTI DI VERA ROTTURA PER EVITARE GLI ALLONTANAMENTI MINORILI.

Oggi il Consiglio Regionale ha approvato, su mia proposta, lo stanziamento di 250 mila euro per interventi domiciliari di contrasto agli allontanamenti minorili.
Grazie a queste risorse si potrà rivoluzionare l'attuale sistema esistente di allontanamento minorile, cercando di aiutare le famiglie che necessitano di un aiuto ed evitando, in questo modo traumi difficilmente superabili, come l’allontanamento di un minore dalla sua famiglia naturale”,

GRAZIE A FORZA ITALIA HANNO VINTO LE FAMIGLIE. INTERVENTI DI VERA ROTTURA A FAVORE DI GENITORI SEPARATI.

Oggi il Consiglio Regionale ha approvato lo stanziamento di 250 mila per il finanziamento della Legge regionale 30 dicembre 2009, n. 37 “Norme per il sostegno dei genitori separati e divorziati in situazione di difficoltà” e di 250 mila euro per interventi domiciliari di contrasto agli allontanamenti minorili.
genitori separati e divorziati , sono la “nuova povertà emergente” e il Piemonte è stata la prima regione a dotarsi di una legge a loro tutela . Grazie all’emendamento che abbiamo proposto (e che è stato votato dall'aula) si potranno mettere in campo alcune politiche abitative per sostenere le famiglie separate in reale difficoltà economica.

UBER: SINISTRA HA PROVATO A RIMANDARE LA DISCUSSIONE SUL PDL ANTI UBER. GLIELO ABBIAMO IMPEDITO.

Oggi in Commissione abbiamo obbligato il centro sinistra ad affrontare in Regione la questione Uber e a non rimandare la discussione del testo di legge di cui sono promotore oltre tempo.
La proposta di legge n. 117 "Misure urgenti per il contrasto dell'abusivismo. Modifiche alla legge regionale 23 febbraio 1995, n. 24 (Legge generale sui servizi di trasporto pubblico non di linea su strada) di cui sono promotore, prevede che il servizio di trasporto e autonoleggio, a chiamata con retribuzione di denaro, possa esser svolto solo da taxisti o noleggiatori. Chi svolge il servizio in modo abusivo rischia il sequestro del mezzo utilizzato e una sanzione amministrativa pari a 1.500 euro. Per chi invece gestisce il servizio di intermediazione (es. Uber) la sanzione amministrativa sarà di 30.000,00 euro. Infine, si rendono le nuove disposizioni immediatamente esecutive. 

VIGNALE-GRAGLIA: APPROVATO NOSTRO ODG PER UTILIZZO DEL TESORETTO OLIMPICO ANCHE IN ALTRE STAZIONI SCIISTICHE E PER IL SOSTEGNO ALLE STAZIONI NON OLIMPICHE.

“Grazie a Forza Italia, oggi in Consiglio Regionale ha vinto il sistema neve piemontese”, lodichiarano i consiglieri regionali  Gian Luca Vignale e Franco Graglia al termine dell'approvazione di un ordine del giorno - presentato dal gruppo di Forza Italia - che impegna la Giunta regionale a sostenere tutte le stazioni sciistiche piemontesi, olimpiche e non.

Grazie al testo approvato dal Consiglio Regionale la Regione dovrà utilizzare le economie delle opere per le Olimpiadi Invernali del 2006 in modo equilibrato tra tutte le realtà olimpiche e al contempo prevedere forme compensative e specifiche convenzioni con le realtà  non olimpiche, che altrimenti rischierebbero di essere escluse.